Dieta Ipocalorica ed Iperproteica a confronto

Sono ormai circa 70 anni che è in vigore la dieta ipocalorica, dieta che prevede l’utilizzo di tutti gli alimenti con moderazione ed in quantità proporzionata, insieme ad uno stile di vita equilibrato tra attività fisica e calcolo calorico.

Dieta ipocalorica ed iperproteica a confronto

Questi propositi sono esattamente l’opposto di ciò che succede nella testa di un uomo e di una donna in estremo sovrappeso. Se gli fosse stato possibile seguire una simile prescrizione una persona grassa oppure obesa non sarebbe mai diventata quello che è!

L’approccio al cibo è un istinto primordiale legato al carattere del soggetto e al suo stile di vita. Uno stile di vita rapido, ricco e comodo che, ad alcune persone,  non offre più la giusta dose di piacere del vivere, di felicità e di appagamento. Si trova dunque nel cibo una via di fuga di estrema efficacia.

Esistono oggi percorsi dimagranti più stimolanti, concreti ed estremamente veloci nei risultati. La motivazione resta alta, l’obiettivo tangibile.

L’utilizzo controllato delle diete iperproteiche è una efficace alternativa per tutte quelle persone che provengono da svariati percorsi dimagranti e che l’unico comune denominatore è stato L’INSUCCESSO e il calo della propria AUTOSTIMA.

Il nostro corpo è composto da PROTEINE!
Esse sono i mattoni di costruzione di muscoli, pelle, capelli…
Una dieta iperproteica predilige le PROTEINE come alimento principale: carne bianca, carne rossa, pesce, uova, latticini light.

Abbassando il consumo di carboidrati e zuccheri semplici il nostro organismo reagisce aumentando la produzione di un ormone il GLUCAGONE (secreto dal pancreas) che favorisce la lipolisi: lo svuotamento della cellula “adipocita”!

Dopo 3 giorni dall’inizio del percorso proteico il corpo va in “chetosi”.
In questa particolare fase lo stimolo della fame, che è generata da una particolare struttura del cervello detta ipotalamo, viene nettamente ridotta.

E’ ovvio che, anche la dieta iperproteica, protratta per lunghi periodi e seguita in modo sconsiderato può provocare danni all’organismo.
E’ sempre utile, se non indispensabile, condurre uno schema importante come questo con il controllo di uno specialista che possa modulare il regime secondo le singole esigenze.

Commenti chiusi.